Si, viaggiare.

Buongiorno a tutti, this is Valentina!!!

Eravamo assenti da un po’ dal blog e ora torno per inaugurare una nuova rubrica che spero di riuscire a far crescere!!

Dovete sapere che quest’anno ho vissuto l’anno più bello della mia vita. Un anno ricco di emozioni e soddisfazioni.

Come alcuni di voi sapranno, a novembre dello scorso anno ho saputo di aver superato gli scritti del concorso notarile, per il quale studiavo da anni.  A febbraio ho superato anche gli esami gli orali e da allora la mia vita ha avuto tutt’un altro sapore. Finalmente ho potuto riprendere in mano il mio tempo, riscoprire le passioni e gli hobby che avevo accantonato in questi lunghi anni di studio matto e disperatissimo.

La strada è ancora lunga, infatti a breve dovrò partire per la sede che mi sarà assegnata (che ancora non conosco) e aprire il mio studio. Per fortuna però sono riuscita a ritagliare del tempo per me e, oltre a studiare e lavorare presso uno studio notarile, ho avuto la possibilità di realizzare il sogno di fare un fantastico viaggio intorno al mondo!

Ho ripulito il conto in banca ed intrapreso un viaggio meraviglioso tra oriente ed occidente, che è durato quasi due mesi e che sarei felice di condividerlo con chi ci legge.

Ho avuto la fortuna di bagnarmi tra le acque dell’oceano indiano e in quelle dell’oceano pacifico, ho visto orsi californiani ed elefanti birmani, i piccoli villaggi del myanmar e i grattacieli di Kuala Lumpur, gli stupa di Bagan e i tempi a picco sul mare a Bali, ho visto scimmie rubare occhiali ai turisti e balene riemergere dall’oceano, la giungla indonesiana e il deserto dell’Arizona, i sorrisi degli abitanti delle tribù montane di Myanmar e la fretta dei newyorkesi, le spiagge di Gili  e le rive del fiume Inle; sono salita su mille aerei, su qualche motoscafo, su piccole barche a remi, su instabili autobus e modernissimi treni .

Ho visto lo stesso sole scendere nello specchio d’acqua tra Lombok e Gili,  immergesi tra le onde nell’oceano di San Diego e tra quelle di Bali, tramontare tra le acque del lago Inle, scendere lento tra le pagode della piana di Bagan, dissolversi tra le sequoie della California, spegnere la luce sul deserto americano, nascondersi tra le torri Petronas a Kuala.

(Ecco, sò stata troppo poetica e ora non so come chiudere il post. Provo con l’esporre l’itinerario:

27 luglio 9 agosto Roma, Bali, Gili Air, Lombok, Kuala Lumpur;

9-20 agosto volo per Yangon e poi in giro in auto per il Myanmar fino a Mandaly;

20-22 agosto volo per gli U.S.A. passando per Bangkok e Seoul;

22 agosto 4 settembre Silicon Valley;

4-12 settembre  in auto per a California e l’Arizona,

13-14 settembre New York e poi casuccia bella.)

Tramonto su Gili Air

Tramonto su Gili Air

Lago Inle

Lago Inle

fedeli a Tnah Lot- Bali

fedeli a Tanah Lot- Bali

pasto dei monaci- Mandalay

pasto dei monaci- Mandalay

Sulle strade della California

Sulle strade della California

surfin' in the Usa

Surfin’ in the Usa

Se vi va, a breve post e foto delle singole tappe!buona domenica a tutti!!

Valentina

Annunci

APERITIVO TRA AMICI

Buon giorno e buona domenica a tutti.

Sono Vale e volevo raccontarvi e mostrarvi le piccole leccornie che mamma e Cate hanno amorevolmente preparato in occasione di un aperitivo che ho organizzato con alcuni dei miei amici .

Premetto che per me il concetto di aperitivo è molto ampio e lo uso impunemente per costringere mamma a preparare 250 piatti diversi che vanno dal finger food, all’insalatina, alla pasta, al  dolce…

Quest’estate con i miei amici e colleghi sono stata alle Eolie e, ora che siamo rientrando nella quotidianità cittadina, volevamo riassaggiare qualche sapore che ci ricordasse l’estate: l’ispirazione del piatto principale era dunque  la Sicilia.

Mancavano la sabbia nera di Stromboli e i tuoni di “Iddu” (e questo è un bene), in compenso c’erano gli amici e dei “piacevolissimi” 35 gradi…

Io, come sempre, non ho fatto nulla e ciò ha contribuito notevolmente alla riuscita della cena.

Abbiamo (Caterina avrà da ridire per questo “noi”) sistemato i carpacci e le insalate sul servizio di cena fredda comprata in Puglia anni fa, e qualche finger food nei bicchierini.

DSC_0841

C’erano dunque:

-CARPACCIO DI SPADA (marinatocon arancia, limone, bacche di ginepro e  aceto di lampone )

-CARPACCIO DI SALMONE E AVOCADO (marinato in olio, arancia, tabasco ed erba cipollina)

Di lato poi le insalate

ARANCIA E FINOCCHI

SONGINO E FRAGOLE

-SPINACINO NOCI GRANA E MELE

DSC_0848DSC_0852DSC_0851

C’erano poi

-PICCOLI CUP CAKE CON PROSCIUTTO E FORMAGGIO E POMODORO E BASILICO (che ho dimenticato di fotografare ma che trovate già sul blog cliccando sul titolo)

-INVOLTINI DI PESCE BANDIERA ALLA SICILIANA (anche qui niente foto, mi sono distratta)

TIRAMISU’ SALATI AL TONNO (che abbiamo postato da poco, cliccate sul titolo se volete saperne di più)

-PICCOLI BICCHIERINI DI COUS COUS AL PESTO DI POMODORO E PALAMITO MARINATO (nella foto, col bicchierino verde)

-PICCOLI BICCHIERINI DI RISO VENERE CON ZUCCHINE, CETRIOLI E PESCE SPADA SCOTTATO (nella foto, col bicchierino giallo)

DSC_0855 DSC_0856

 

Poi il pezzo forte (che si il finger fa chic e le insalate so sfiziose, ma ci vuole na signora pasta al forno!)

-ANELLO DI MELANZANE RIPIENO DI BUCATINI

DSC_0865 DSC_0867

Questo è stato un esperimento perchè di solito prepariamo la pasta al forno con melanzane con gli ziti, ma siccome in Sicilia l’abbiamo mangiato con i vermicelli abbiamo voluto provare…

Per fortuna la struttura del timballo ha retto!!

Infine il dolce

-LA POLACCA DI AVERSA, portata dai miei amici Luisa, Raffaele e Antonella. E’ un dolce tipico di Aversa ed è ripieno di crema pasticciera e amarene

-CHIFFON CAKE ALL’ARANCIA. L’abbiamo preparata pensando al mio amico Nic che è intollerante al latte, purtroppo si è un po’ afflosciata (non abbiamo usato il ruoto adatto, ma oggi l’abbiamo comprato…vabbè questo è un’altro racconto)

 

Piano piano (ma un po’ meno piano del solito visto che stiamo postando ogni 100 giorni) vi scriveremo le ricette nuove.

Non mi resta che ringraziare i miei amici e compagni di studi per la compagnia e Ketty e mamma per la giornata passata in cucina!!So di non essere obiettiva ma sono molto contenta 🙂

Ciao a tutti

Vale

CHE STANCHEZZA!

Ciao a tutti!!

Come state?

Com’è difficile la ripresa!!Siamo state davvero delle pessime mammine per questo blog in queste prime settimane settembrine, chiediamo venia.

Recupereremo a breve: ieri Valentina ha invitato degli amici per un aperitivo/cena (il solito ibrido di cui Vale è fan) e più tardi vi posto delle foto!!

Caterina è stata bravissima, è stata in cucina tutto il giorno!!

Non sta a me dire se la cena era buona ma certo non è rimasto nulla….o era buona o siamo state tirchie!!

Buona serata a tutti!!

Ciao

Buona sera a tutti!
Siamo stati un pochino assenti in questa settimana, ma avevo una buona scusa: oggi ho superato anche la prova orale e sono diventata ufficialmente Avvocato!
Mamma invece no, non ha alcuna scusa per non aver postato nulla!!Cialtrona!!
Ora avrò un sacco di tempo per angosciare mamma e farla cucinare a più non posso, quindi ci sentiremo presto!!
baci
Vale

I 15ANNI DI KETTY

Buonasera a tutti!

Ho rimandato questo post sul buffet della festa di Ketty per diversi motivi. Il primo è il coma ipoglicemico che mi colpito alla dodicesima crepes.

Il secondo è lo sconforto per la bruttezza delle foto, ma abbiamo scelto di sacrificare il blog a fronte della fame dei nostri giovani ospiti.

Alla fine ecco quello che ha prodotto la premiata ditta Lucia-Ketty-Vale (ebbene si, ho collaborato fattivamente per una volta)

Il tema era la Francia.

1) FANTASIA DI BAGUETTE

la prima dal basso con insalata e brie

la seconda, un classico, beurre, fromage et jambon

la terza con insalata di polle e lattuga

Immagine

2) CROQUE MONSIEUR

Immagine

3) QUICHE LORRAINE

Immagine

4) QUICHE BAYONNE

Immagine

5) CREPES SALATE AL FORNO

Immagine

6) TARTIFLETTE

Immagine

7) MINI CROISSANT (che non abbiamo fatto noi però) con Nutella, dulce de leche, marmellata, granella di nocciole e riso soffiato (non abbiamo fatto noi manco queste cose ma siamo fiere dell’idea)

Immagine

Ed infine la torta che non abbiamo fatto noi ma Stefania, un’avvocatessa con la passione della pasticceria che ho conosciuto via facebook da amici comuni (e che su fb ha una pagina che si chiama “Passion for cake by Stefy”)

DSC_0740    DSC_0739

Ora con calma postiamo qualche ricetta.

Il resoconto della festa è buono, hanno mangiato quindi o hanno apprezzato o erano molto affamati.

Un ultima considerazione: ma le adolescenti sono sempre state così belle? Rifletto sul punto mangiando qualche verdura per stare a dieta (melanzane a funghetti)

Ciao a tutti

Vale

 

A lavoro!!!

Domani Ketty festeggerà con le amiche i suoi 15 anni!

Il tema del buffet è la Francia.

Ovviamente è stato promosso da me-Vale- che non mi sono mai realmente ripresa da quei 6 splendididissimerrimi mesi trascorsi a Parigi durante l’università.

L’anno scorso invece il tema furono gli USA ed ecco il nostro buffet.

DSC_0148 DSC_0150

Immagine

(muffin di qualunque colore e gusto, mini burger, mini hotdog, brownies, cupcake, chips e…pizzette perchè ci venne l’ansia da “buffet scarno” all’ultimo minuto!)

Quest’anno invece il programma prevede: fantasia di baguette, croque monsieur, quiche (di verdure credo), tortino di crepes salate, fondue di cioccolato (ma già stiamo appendendo l’idea), mini croissant da riempire a piacere.

Avremmo voluto preparare dei bei macaron, ma l’impresa era troppo ardua visti i numeri!

(A domani per verificare che non abbiamo risolto ordinando pizze per tutti)

Mamma, papà ed io quando pensiamo a “Francia” pensiamo subito alla soup d’onion, ma non credo che questo piatto possa aiutare la socializzazione di un gruppo di adolescenti.

Quindi, per cercare ricette più adatte ad una festa di ragazzi, abbiamo tratto ispirazione da questo libricino che mamma mi comprò quando mi venne a trovare a Parigi la prima volta, nella (vana) speranza che io potessi cucinare qualcosa a casa e non mangiare schifezze in giro. Purtroppo però la boulangerie sotto casa era buonissima ed io misi 8 kg in 6 mesi (che se ci pensate è quasi un risultato da premiare e che denuncia la mia ammirevole dedizione alla cucina autoctona).

Immagine

…Ce la faranno i nostri eroi???

Ciao a tutti

Vale