PASTA CON PESTO CROCCANTE DI MANDORLE E SALVIA

DSC_1534

Domenica ! Per i miei familiari è  il giorno deputato ai pranzetti. La fatidica domanda ” mamma che si mangia?” risuona nelle mie orecchie sin dalle prime ore del mattino. Spesso, come forse avrete capito, mi cimento in preparazioni che m’impegnano tutta la mattinata in cucina. Ma stavolta, con grande soddisfazione (mia!!) mi è venuta in mente una preparazione particolare ma di facilissima e veloce esecuzione.

INGREDIENTI

500 gr di pasta corta ( garganelli, caserecce, io pasta di gragnano formato Vesuvio)
200 gr. di mandorle bianche pelate non tostate
15 foglie di salvia ( la mia piantina….)
3 cucchiai di olio evo
20 gr. di burro
1 spicchio d’aglio ( io il profumatissimo aglio rosso di Sulmona d.o.p. )
100 gr.di ricotta di fuscello o di panna fresca (io ricotta di latte vaccino passata al setaccio e diluita con qualche cucchiaio di latte).
DSC_1511
PREPARAZIONE
Lavare le foglie di salvia e passarle nel mixer con metà delle mandorle e un pizzico di sale fino ad avere un composto omogeneo e un pò cremoso, incorporare anche due cucchiai di olio fino a che assuma la consistenza di un pesto.
Affettare finemente le mandorle rimaste ( si può comprarle anche già affettate,io sono stata un pò..grossolana).
Scaldare il burro e farvi rosolare delicatamente l’aglio, versarvi il pesto fare insaporire; aggiungere la ricotta o la panna e spegnere.
Scaldate in un padellino a parte il resto dell’olio e doratevi le mandorle affettate.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata a bollore .
DSC_1532DSC_1533
     Versarla nella padella con il pesto, mantecare con qualche cucchiaio di acqua di cottura ed     aggiungere le mandorle saltate e qualche fogliolina di salvia.
DSC_1537
 
 
E voilà!!  Buon appetito!!
A noi è piaciuto.
 
Annunci

PASTA RISOTTATA CON ORTAGGI

 

DSC_1351

Eccoci qui !! Nonostante i migliori propositi è trascorso un altro mese dall’ultimo post! Eppure ne avrei avuti di racconti da condividere, il lavorio per Natale è stato fruttuoso e soddisfacente ma ho sottovalutato l’incalzare del ritmo e delle scadenze.

Tra lavoro, spese, casa,  preparativi , la mia lentezza nello scrivere e gli impegni di studio delle mie figlie “muse” nonchè pratiche esecutrici, credo di essere stata tra le poche a non aver postato nessuna ricetta natalizia!!

Allora ? Direte voi….

Allora …ricominciamo….anno nuovo post nuovo e…via!

Avete mai provato a cuocere una pasta come se fosse un risotto?

Ecco qui una proposta che ho trovato molto gustosa ed ho già provato con diversi tipi di pasta.

INGREDIENTI (per 4 persone)

350 gr di pasta corta a piacere (vanno bene gnocchetti sardi, orecchiette, farfalle…)

2 piccole cipolle

1 zucchina

1 piccola carota

2 peperoni ( 1 rosso ed 1 giallo)

3 melanzane

1l circa di brodo vegetale

1dl di vino bianco secco

50 gr ( io un pò di più) di taleggio in alternativa fontina o formaggio fresco di sorrento ( per noi napoletani). A me è piaciuto di più il taleggio…

grana o parmigiano grattugiato

Per l’olio aromatico

100 gr. di olio

20 gr di capperi sotto sale

un rametto di origano fresco

basilico e /o altri aromi a piacere

4 spicchi d’aglio

DSC_1362

PREPARAZIONE

Qualche ora prima della preparazione , meglio se la sera prima, tritare il rametto di origano con il basilico ed i capperi e mettere a marinare nell’olio insieme agli spicchi d’aglio schiacciati ma lasciati interi. Far riposare.

Tagliare a piccoli tocchetti tutti gli ortaggi.

DSC_0299

In una padella larga e dai bordi  un pò alti  ( è preferibile ma..dipende da ciò che avete) rosolare in due cucchiai d’olio una delle cipolle che avrete tritato.

Aggiungere in sequenza gli ortaggi ( carote, poi i peperoni poi le zucchine) e fare rosolare per circa 5′ prime di aggiungere le successive. Raccoglierle poi in un piatto.

DSC_0310

A parte , infarinare leggermente le melanzane e friggerle .

DSC_0312

 

 

 

 

 

 

 

Nello stesso tegame  rosolare l’altra cipolla tritata con 2 cucchiai dell’olio aromatico, aggiungervi la pasta che porterete a cottura con il brodo vegetale proprio come se fosse un risotto..

Verso la fine della cottura aggiungere tutti gli ortaggi.

Completare aggiungendo, a fuoco spento, il taleggio ridotto a tocchetti piccoli e mantecare insieme al grana.

Impiattare condendo con un giro di olio aromatico.

L’olio aromatico rende il gusto più forte, se preferite un sapore più delicato potete ometterlo.

questa volta ho utilizzato pasta di gragnano formato Vesuvio

questa volta ho utilizzato pasta di Gragnano formato Vesuvio

versione con le farfalle

versione con le farfalle

...ed anche con gli gnocchetti

…ed anche con gli gnocchetti

 

Ricetta tratta e un pò modificata da una lezione di cucina presso Cucinamica -Napoli.

A noi è piaciuto.