SPAGHETTI AGLI AGRETTI E SALMONE AFFUMICATO

DSC_0174

Non c’è nulla che mi faccia venire voglia di provare ricette nuove e sfiziose come il pensiero e la necessità di iniziare una dieta!!

Potete immaginare adesso, con la tanto agognata e temuta “prova costume” alle porte, il cambio di stagione nell’armadio che pure risente di un cambio di ..circonferenza, ed i continui richiami a tutti tipi di dieta possibili, quanti desideri mi frullino per la mente!!

Mi sforzo, mi sforzo ma di fronte ad una proposta come questa, succulenta ma dal gusto fresco completo ed equilibrato, io crollo.

E per la prova costume c’è ancora un pò di tempo!!

INGREDIENTI

Per 4 personeDSC_0156

300 gr. di spaghetti

1 fascetto di agretti (conosciuti anche come barba di frate)

60 gr.di panna fresca

2 cucchiai di succo di limoni

2 cucchiaini di senape

150 gr. di salmone affumicato

2 spicchi d’aglio

30 gr. di burro

buccia di limone

sale q.b.

pepe q.b.(facoltativo)

DSC_0160

DSC_0177

PROCEDIMENTO

Sbollentare molto rapidamente in acqua bollente salata gli agretti ( questa operazione viene chiamata sbianchire).

In una padella capiente che possa contenere anche la pasta, insaporire il burro con gli spicchi d’aglio(senza farlo bruciare!) e la buccia grattugiata del limone; aggiungere gli agretti e farli saltare brevemente.

Mescolare in una ciotola la panna, il succo di limone, la senape, sale e pepe.

Lessare al dente la pasta, versarla nella padella con gli agretti, unire il salmone tagliato a filetti sottili (julienne) e mantecare con un pò di acqua di cottura.

Unire la salsa e fare velocemente insaporire.

DSC_0180

Piatto unico, completissimo…

Ricetta suggerita da Cucinamica-Napoli e da me leggermente modificata.

A noi è piaciuta e…ripiaciuta più volte.

Lucia

 

 

Annunci

INSALATA DI MIGLIO CON FAVE E PECORINO

DSC_0640

I cereali, si sa hanno un ruolo fondamentale nell’alimentazione umana, rappresentano una delle principali fonti di elementi essenziali per l’organismo .

Oggi c’è sicuramente una nuova attenzione verso il consumo di cereali “antichi”diversi dal consueto frumento , riso mais…
La mia curiosità mi aveva già spinta a “saggiare” l’orzo l’avena il farro ma non conoscevo affatto l’utilizzo culinario di queste piccolissime perle.
E’ cosi che ho scoperto che il miglio.è considerato un cereale super energetico e antistress, estremamente digeribile adatto a tutti, anche a chi è a dieta . In più è abbastanza rapido da cucinare e non ha bisogno di ammollo.
Dovevo provare!!
Devo dire che questa preparazione, suggeritami dalla mie “maestre” di Cucinamica mi ha sorpresa favorevolmente, ed è piaciuta anche agli esigenti palati familiari.
Ecco come ho fatto.

INGREDIENTI

300 gr. di miglio (io miglio decorticato ecologico da filiera italiana)

6 pomodorini

20 gr. di capperi dissalati

2 filetti di acciughe

300 gr. di fave fresche lessate ( peso netto)

trito di cipolla carota e sedano ( quantità a piacere)

buccia e succo di un piccolo limone

olio q.b.

Paprika dolce ( facoltativo)

Formaggio pecorino a scaglie

DSC_0621

PREPARAZIONE

In una quantità di acqua bollente mediamente pari a 3 volte il peso del cereale, lessare il miglio per circa 20′ lasciandolo al dente.

Tenete conto che i cereali gonfiano notevolmente e di norma assorbono tutta l’acqua utilizzata.

Nel frattempo saltate in una padella, con un pò d’olio, le fave lessate.

Tagliate a spicchi i pomodorini.

Saltate il trito di verdure in 2 cucchiai di olio, unite il miglio lessato e lasciate insaporire mescolando per qualche minuto.

In un ‘ampia ciotola mescolare il miglio con le fave .

Condire il tutto con una vinaigrette ottenuta frullando le acciughe, i capperi, la buccia grattugiata del limone, qualche cucchiaino di succo, una spruzzata di paprika,con 3/4 cucchiai di olio extra vergine di oliva.

Mescolare il tutto e decorare con le scaglie di pecorino .

DSC_0624

DSC_0633

DSC_0645

A noi è piaciuto.