LA GENOVESE DI POLIPO

DSC_1269

Sapevo di mancare da un po’…ma non mi ero resa conto che era trascorso quasi un mese da quando ho postato l’ultima ricetta! Il tempo scorre velocissimo….

Bè , allora, bisogna ricominciare con qualcosa di particolare, che stuzzichi la curiosità ma anche il palato e la voglia di provare. Ho scelto di raccontarvi della ” Genovese di Polipo”.

I non napoletani forse si chiederanno cosa sia la genovese, mentre i napoletani potrebbero meravigliarsi del connubio con il polipo considerato che abitualmente questo è un intingolo che si prepara con la carne.

Forse qualcuno sarà curioso di saperne di più.

Anzitutto a Napoli quando si dice Genovese si intende senza dubbio pasta condita con una salsa ottenuta dalla cottura lentissima di cipolle e carne, cottura che finisce solo quando la riduzione determina un colore marroncino denso e sostanzialmente compatto.

E’ una salsa che si abbina a diversi tipi di pasta corta: paccheri, rigatoni, mezzanelli, penne, pennoni.

Io ho utilizzato gli ziti spezzati rigorosamente  a mano (è stato un lavoro di gruppo!), curando che i pezzettini di pasta che restano durante questa operazione finiscano in pentola perché contribuiscono ad amalgamare ulteriormente il piatto!

E’ un piatto che fa proprio “pranzo della domenica” perchè comunque richiede del tempo di preparazione e anche del tempo per la degustazione…!

Io ho provato questa versione di mare per curiosità  ma senza dimenticare che  la grande protagonista della ricetta resta sempre e comunque la cipolla. Il gusto finale è risultato gradevole e delicato, nonostante le apparenze.

DSC_1270

INGREDIENTI ( per 6/8 persone)

1 polpo da 1 kg circa (io due più piccoli  tot 1,200 kg)

2 kg circa di cipolla (io ho usato la cipolla ramata di Montoro)

2 carote

1 gambo di sedano bianco

1 bicchiere di vino bianco

parmigiano e pecorino

olio evo

sale e pepe

PREPARAZIONE
 Pulire e tagliare a mano le cipolle (non ho pianto…me le ha tagliate il fruttivendolo).
In un pentolone ampio e alto ho soffritto le carote e il sedano tritati, ho unito il polpo e ho lasciato legare gli ingredienti per qualche minuto a fuoco vivace aggiungendo poco alla volta  1/2 bicchiere di vino bianco facendolo sfumare.
Ho unito le cipolle, ho coperto il pentolone e abbassato al minimo la fiamma.
Di tanto in tanto ho mescolato e aggiustato di sale.
Dopo circa 3 ore (capite perchè pranzo della domenica?) la cipolla ed il polpo  si sono addensati in una perfetta Genovese densa, dal colore omogeneo
Fate bollire la pasta in abbondante acqua salata  e conditela con sugo abbondante mantecando con del parmigiano e pecorino.
DSC_1272
A noi è piaciuta.
Alla prossima.
Lucia
Annunci

2 thoughts on “LA GENOVESE DI POLIPO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...